Notartel SpA

Al via il primo Hackathon dei Notai d'Europa

??? AltImage ???

Oggi e domani, a Roma, circa 40 partecipanti provenienti dai 22 notariati dell'Unione Europea lavoreranno alla creazione di soluzioni digitali innovative nell'ambito della prima edizione del Notaries of Europe Hackathon organizzato dal Consiglio dei Notariati dell'Unione Europea (CNUE) e da Notartel, la società informatica del Notariato italiano. Durante questi due giorni, otto team multidisciplinari e internazionali avranno l'obiettivo di creare progetti o applicazioni concrete intorno a due temi critici nel campo della giustizia: l'identificazione elettronica e l'interoperabilità dei sistemi nazionali.

La digitalizzazione della giustizia: una sfida politica europea

La crisi del COVID-19 ha evidenziato la necessità di un quadro legislativo coerente a livello europeo. Attualmente sono in discussione diverse iniziative tra le istituzioni europee per digitalizzare i sistemi giudiziari dell'UE rendendoli più accessibili ed efficienti. Uno dei principali obiettivi è quello di utilizzare la tecnologia digitale come opzione predefinita per la cooperazione giudiziaria transfrontaliera, in particolare consentendo l'interoperabilità tra i sistemi informatici utilizzati dalle autorità giudiziarie. Un altro obiettivo perseguito dalla revisione del regolamento europeo e-IDAS/e-ID è quello di creare un quadro comune tra le identità digitali nazionali. In questo contesto politico, i temi dell'identificazione elettronica e dell'interoperabilità sono stati selezionati per il primo Notaries of Europe Hackathon, al fine di individuare soluzioni innovative.

Digitalizzazione della giustizia: l'impegno del notariato

I notai europei sono impegnati nella digitalizzazione della giustizia. A livello nazionale, hanno sviluppato tecnologie per semplificare la comunicazione sicura tra notai, registri pubblici e clienti attraverso canali elettronici. Offrono ai loro clienti soluzioni efficaci per l'archiviazione dei documenti e per un accesso facile e sicuro. A livello europeo, il CNUE ha messo in atto diversi strumenti per facilitare la cooperazione notarile transfrontaliera, come l'interconnessione dei registri dei testamenti in Europa, l'Albo europeo dei notai e la Rete notarile europea.

Il presidente del CNUE Giampaolo Marcoz ha dichiarato: "Mi aspetto che questo Hackathon sia un eccellente esempio di ciò che si può fare quando persone con il giusto mix di competenze si uniscono e lavorano duramente per raggiungere un obiettivo comune. La posta in gioco oggi è dimostrare che i notai, di fronte alla tecnologia, non perdono la loro funzione, non perdono la loro essenza di professionisti, ma che, al contrario, il nostro ruolo cresce di fronte alla sfida digitale".

APPROFONDISCI